7 - 30 Marzo 2019

27 MOSTRE GRATIS DA VEDERE A MILANO AD APRILE

Mostre gratis Milano Aprile

Mostre gratis ad Aprile?

Mi rendo contro che ad Aprile a Milano c’è il Fuorisalone, altro che mostre gratis mi direte voi.

Ma quest’anno sto seriamente pensando di fare finta che non esista. Voi?

Quindi, come se niente fosse, vi propongo ben 27 mostre gratis da vedere ad Aprile.

GREETINGS FROM VENICE
ELISABETTA DI MAGGIO

GALLERIA CHRISTIAN STEIN

Fino al 6 Aprile 2019
(Mart.-Ven.: h. 10-13; 14-19;
Sabato: h. 10-13; 15-19)

Ingresso libero

Corso Monforte 23, Milano

Vi dico solo una cosa: andateci.

Io sono rimasta senza parole. Mi sono commossa.

In mostra c’è un’immensa installazione, un’opera site-specific di Elisabetta di Maggio, un’artista che ha messo il tempo al centro della sua riflessione.

Greetings from Venice era stata pensata per il Fondaco dei Tedeschi di Venezia.

Entrerete in una meravigliosa stanza, affacciata su un parco segreto.

Qui vi troverete sopra a un immaginario pavimento di mosaici, ispirato a quello della Basilica di San Marco.

Solo che i mosaici sono fatti da francobolli, ne ha usati più di 10.000!, realizzando un capolavoro cromatico.

Un lavoro certosino, lunghissimo, quasi maniacale.

Che ci fa pensare alla comunicazione prima di Internet, quella dei francobolli, delle lettere scritte a mano, dell’attesa, appunto.

 Diabolik. Milano 1962: la nascita di un mito

URBAN CENTER

Fino al 12 Aprile 2019
(Lun.-Ven.: h.9-20
)

Ingresso libero

Galleria Vittorio Emanuele II, Milano

Dabolik è nato a Milano nel 1962!

Non esisterebbe forse nemmeno senza Milano.

Questa mostra ci racconta la nascita del mito Diabolik, nel 1962 a Milano, la città originaria anche delle sue creatrici, Angela e Luciana Giussani.

Apre la mostra un percorso dedicato alla storia delle sorelle Giussani e di Diabolik e Eva Kant.

L’esposizione propone un aspetto poco conosciuto: il loro interesse per il design.

Potrete ammirare tavole e disegni originali in cui compaiono rifugi ispirati a grandi architetture e oggetti del migliore design italiano.

E ancor:a foto storiche, filmati d’epoca e memorabilia della diabolika redazione.

E Sciascia che ne dice?

SALA CONFERENZE
RACCOLTA DELLE STAMPE BERTARELLI

CASTELLO SFORZESCO

Fino al 12 Aprile 2019
(Lun.-Ven.: h. 9-17
Apertura straordinaria Ven.1, Sab. 2 e Dom. 3 marzo: 9-17,30)

Ingresso libero

Piazza Castello, Milano

La rassegna raccoglie disegni, incisioni, fotografie, libri, riviste, pagine di diario e ancora lettere e altri fogli inediti, rari e dispersi, per la prima volta disposti in un percorso che aiuta a ricostruire, a trent’anni dalla scomparsa, l’amicizia tra due eretici ed eccentrici narratori, ciascuno a suo modo, del nostro Novecento: Mino Maccari (Siena 1898 – Roma 1989) e Leonardo Sciascia (Racalmuto 1921 – Palermo 1989).

Completa la mostra una selezione di sedici opere di Maccari presenti presso la Raccolta.

ANGELO MORBELLI. TRA VERISMO E IMPEGNO SOCIALE

ENRICO GALLERIA D’ARTE

Fino al 13 Aprile 2019
(Lun.: h.15-19.30; Mart.-Sab.: h.10-12.30; 15-19.30)

Ingresso libero

Via Senato 45, Milano

In occasione del primo centenario della scomparsa di Angelo Morbelli, uno dei più importanti artisti dell’Ottocento, sono tante le mostre che Milano gli sta dedicando.

Questa mostra gratis presenta 25 dipinti tra i più famosi di Morbelli, alcuni dei quali non si vedono da più di un secolo.

Vengono esposti alcuni capolavori come Visita alla stalla del 1886 esposta l’ultima volta in pubblico nel 1913 alla Famiglia Artistica, o Venduta! del 1897 o ancora Per sempre, del 1906, capolavoro divisionista, che manca da una rassegna pubblica dal 1982.

Shoes: Vivienne Westwood, The Creation of an Iconic Shoe

NEGOZIO VIVIENNE WESTWOOD

Fino al 14 Aprile 2019
(Tutti i giorni: h.10.30-19.30)

Ingresso libero

Corso Venezia 25, Milano

Un’esclusiva mostra sulle scarpe più iconiche di Vivienne Westwood.

La stilista londinese ha scelto di mettere a disposizione dei clienti e visitatori un vero e proprio viaggio nell’archivio delle calzature della maison create negli ultimi 40 anni.

Dagli iconici modelli andati in passerella, compresi anche i modelli Pirate boot, svelato per la prima volta nel 1981, il Rocking horse, creato per la collezione del 1985, e più recenti stivali Bondage e Tracey Trainers.

CONNECTIONS

FABBRICA DEL VAPORE

Fino al 14 Aprile 2019
(Tutti i giorni: h.10.30-19.00)

Ingresso libero

Via Procaccini 4, Milano

Questa è un’installazione multimediale realizzata in occasione della Festa del Papà.

Attraverso lo sguardo e le parole, 20 neo-padri raccontano la loro nuova condizione, attraverso un’esperienza immersiva.

Tutti i papà che visitano l’opera sono invitati a portare un ritratto di loro stessi disegnato dal proprio figlio.

NOUVELLES NATURES

INSTITUT FRANCAIS – PALAZZO DELLE STELLINE

Fino al 14 Aprile 2019
(Mart.-Sab.: h.12-19
Dal 9 Aprile: h.10-20)

Ingresso libero

Corso Magenta 63, Milano

Questa mostra si inserisce nel progetto più ampio in corso alla XXII Triennale di Milano sulla Broken Nature.

Un invito a produrre oggetti in una riflessione generale sul loro impatto ecologico.

L’Institut français di Milano ha scelto di ospitare i progetti più importanti di tre scuole francesi sul tema principale di natura ed ecologia.

Avvertenze necessarie e profittevoli a’ Bibliotecarj, 
e agli Amatori de’ buoni Libri

SALA DEL TESORO, CASTELLO SFORZESCO

Fino al 14 Aprile 2019
(Mart.-Dom.: h. 9-17.30)

Ingresso libero

Piazza Castello, Milano

È una mostra sorprendente quella che troverete nella Sala del Tesoro al Castello Sforzesco di Milano.

In esposizione ci sono libri antichissimi della Biblioteca Trivulziana (dall’VIII al XVIII secolo).

Sono volumi danneggiati in modo unico, speciale.

Dall’acqua, dal fuoco, dai tarli. Quanto può essere emozionate un danno?

Le didascalie di questa mostra sono fatte benissimo e sono stupende quelle per i bambini, le trovate in blu.

MILANO TRA LE DITA

MILANO ICONS

Fino al 20 Aprile 2019
(Mart.-Ven.: h.10-14; 16-19
Sab.:h. 10-19)

Ingresso libero

Via Pastrengo 7, Milano

In esposizione in questa cartoleria c’è una selezione di opere dell’illustratrice Anna Sutor, che rappresentano la nostra Milano.

Disegni architettonici, sintetici o descrittivi a volte a colori altre in bianco e nero ci rivelano scorci e particolari della nostra città.

Dalla Galleria Vittorio Emanuele ai campanili antichi e moderni fino alla vetrina di Marchesi.

Francesco Arena. Tre sequenze per voce sola

GALLERIA RAFFAELLA CORTESE

Fino al 24 Aprile 2019
(Mart.-Sab.; h. 10-13; 15-19.30)

Ingresso libero

Via Alessandro Stradella 4, Milano

La mostra si articola nei tre spazi della galleria con il medesimo “rapporto” di un’opera per ogni spazio.

Tre opere e tre racconti, ognuno narrato da una sola voce, dove storia, tempo e spazio si fondono.

MILANO

GALLERIA BUILDING

Fino al 27 Aprile 2019
(Mart.-Sab.: h. 10-19)

Ingresso libero

Via Monte di Pietà 23, Milano

Questa mostra è un’antologia inedita sul lavoro del fotografo Vincenzo Castella a Milano.

Sono esposte trenta opere di medio e grande formato, oltre 100 immagini inedite del lavoro sulla costruzione dello stadio di San Siro e tre proiezioni video.

Un tributo alla nostra amata Milano.

PAGINE GIAPPONESI

Biblioteca Nazionale Braidense

Fino al 27 Aprile 2019
(Lun.-Sab.: h.9.30 -13.30)

Ingresso libero

Via Brera 28, Milano

In questa mostra la Biblioteca Braidense ci mostra per la prima volta la ricchezza del suo patrimonio librario relativo alla cultura giapponese.

Come se si facesse un viaggio attraverso e dentro le pagine di un centinaio di libri e mappe!

Ci viene raccontata una storia di rapporti e scambi nati prevalentemente in ambito religioso, commerciale e in seguito artistico a partire dal XVI secolo e fino al XIX secolo.

NUDE EXPERIENCE
VIVIANA FRANCHINA

PORTINERIA 14

Dall’11 Aprile al 1 Maggio 2019
(Lun.-Merc.-Gio.-Dom.: h. 11-24;
Ven.: h.11-2; Sab.; h.15-2; Martedì chiuso)

Ingresso libero

Via Ettore Troilo, 14 (angolo Via Conchetta), Milano

Una mostra che definirei poetica oltre che fotografica sulla figura della donna e sul nudo femminile.

Si propone di presentare al pubblico la donna e il suo corpo, nudo davanti a un obiettivo, spogliata ulteriormente da stereotipi sociali, ruoli e professioni che la società impone.

Le tematiche, che spaziano dal rapporto con la terra al valore che il corpo femminile assume, sono affrontate da 4 giovani fotografe, ognuna con 4 fotografie.

Camilla Cattabriga con il suo progetto “Il corpo nudo e la luce”, Elisa Trusso con “La bellezza della natura”, Marialuisa Rea presenta “Nuda bellezza”, e Noemi Alessandra il progetto “Qui, altrove”.

1934 (MCMXXXIV)

GALLERIA MASSIMO DE CARLO
Casa Corbellini Wassermann

Fino al 4 Maggio 2019
(Mart.-Sab.: h. 10-18)

Ingresso libero

Viale Lombardia 17, Milano

Con questa mostra inaugura ufficialmente la nuova Galleria di Massimo de Carlo.

La mostra stessa si richiama direttamente alle influenze estetiche degli anni Trenta, periodo della fondazione di Casa Corbellini-Wassermann.

Il 1934 (MCMXXXIV) è l’anno del progetto di Piero Portaluppi per la Casa Corbellini-Wassermann, nuova sede della galleria Massimo De Carlo.

Quello che vi colpirà sono i marmi preziosissimi e rari, che ricoprono anche la facciata del palazzo.

In questa mostra vengono messi in dialogo artisti di generazioni diverse tra loro: ci saranno Fausto Melotti e Antonietta Raphaël, Pietro Roccasalva e Andra Ursuta, Adolfo Wildt, Felix Gonzalez-Torres e Rudolf Stingel.

Eggs and rarities – PAUL KOOIKER

GALLERIA OTTO ZOO

Fino all’11 Maggio 2019
(Merc.– Sab.: h.14-19)

Ingresso libero

Via Vigevano 8, Milano

Il fotografo olandese Paul Kooiker propone in questa mostra circa 80 opere.

Si tratta della prima retrospettiva in Italia del suo lavoro.

L’artista olandese ha deciso di raccontarsi attraverso una serie di fotografie inedite riprese dal 2010 fino ad oggi, stendendo su ognuna un velo di colori pastello che le fa sembrare vecchie stampe d’epoca.

I soggetti sono molto diversi tra loro: persone, animali, nudi, oggetti, architetture e molto altro ancora.

Completa la mostra un’installazione realizzata appositamente per questa occasione.

Si tratta di una stampa di grande formato, inedita e mai esposta fino ad oggi: nell’immagine, una modella è sdraiata su un tavolo in una posizione del tutto inusuale.

The art side of Kartell

PALAZZO REALE

Dal 10 Aprile fino al 12 Maggio 2019
(10 -15 aprile: h.9.30-22.30;
Dal 16 Aprile: Lun.: 14-19.30;
Mart.-Merc.-Ven.-Dom.: h.9.30-19.30;
Gio e Sab.: 9.30-22.30)

Ingresso libero

Piazza Duomo, Milano

Nello splendido Appartamento dei Principi di Palazzo Reale Kartell, storica azienda milanese di design, festeggia con questa mostra i suoi 70 anni.

Per Kartell hanno lavorato grandi nomi del design internazionale come Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Gae Aulenti, Philippe Starck e Vico Magistretti, solo per citarne alcuni.

In questo percorso saranno esposti alcuni iconici prodotti dell’azienda, insieme a fotografie, opere teatrali e d’arte che hanno ispirato i designer. 

ArtKids ha ideato e realizzato un taccuino distribuito gratuitamente che accompagnerà i bambini durante la visita e li farà protagonisti del percorso.

Carlo Battaglia. ORIZZONTALE e ORIZZONTALE.
Una stagione analitica

MENHIR ARTE CONTEMPORANEA

Fino al 14 Maggio 2019
(Mart.-Sab.: h.11-13; 14-19)

Ingresso libero

Via Mario Giuriati 9, Milano

In mostra una decina di capolavori, scelti tra le opere iniziali di Carlo Battaglia, artista di origini sarde.

La personale si chiude con l’opera “Come giovane mare temerario n.5” presentata alla Biennale di Venezia del 1980, alla quale Battaglia fu invitato a partecipare con una sala personale

La mostra vuole valorizzare l’operato artistico di uno dei Maestri della pittura degli anni Settanta.

IMMERSIONE LIBERA

BAGNI MISTERIOSI

Fino al 18 Maggio 2019
(Mart.-Ven.: h.16-21
Sab.-Dom.: h.14-21)

Ingresso libero

Via Carlo Botta 18, Milano

Dodici giovani artisti attivi in Italia sono stati chiamati a ideare nuove opere site-specific per i Bagni Misteriosi.

Questa mostra non segue un unico filo conduttore, ma spazia tra linguaggi, materiali e tecniche differenti.

Agli artisti coinvolti, infatti, è stata concessa la massima libertà di sperimentazione senza alcun vincolo o limite.

Sculture, opere pittoriche, stampe, fotografie, proiezioni video e installazioni.

BLU MILANO

NYX Hotel Milan

Fino al 19 Maggio 2019
(Tutti i giorni: h. 9-21)

Ingresso libero

Piazza IV Novembre 3, Milano

L’artista milanese Ilaria Borracino è l’autrice di queste fotografie in cui viene ricercata la bellezza nella semplicità dei luoghi.

Nel 2006 inizia a fotografare fabbriche abbandonate e nel 2010 entra, di nascosto, a fotografare il Palazzo della Regione durante la sua costruzione.

In mostra c’è un ciclo di immagini in cui l’artista immortala Milano: una città che continua a cambiare, la nostra Milano che comincia a non fermarsi mai.

IMPARA L’ENERGIA

MUBA

Fino al 20 giugno 2019
(Tutti i giorni: h.10-18)

Rotonda della Besana
Via Enrico Besana 12, Milano

Questa installazione di gioco è stata realizzata da MUBA in partnership con E.ON ed è dedicata ai bambini dai 3 agli 11 anni.

La troverete all’ingresso del Museo e accompagnerà i bambini alla conoscenza dell’energia per imparare un comportamento responsabile.

Si tratta di un grande tavolo rotondo con al centro la casa del futuro, suddiviso in otto postazioni di gioco con schede dedicate da completare usando diverse tecniche e materiali.

DAN FLAVIN

Cardi Gallery

Fino al 28 giugno 2019
(Lun.-Ven.: h.10-19;
Sab.: Su appuntamento)

Ingresso libero

Corso di Porta Nuova 38, Milano

In mostra ci sono 14 opere luminose realizzate dall’artista americano Dan Flavin dalla fine degli anni ’60 agli anni ’90.

Le sue installazioni e opere scultoree sono realizzate esclusivamente con lampade fluorescenti disponibili in commercio.

Emilio Tadini 1967-1972. Davanti agli occhi, dietro lo sguardo

FONDAZIONE MARCONI

Fino al 28 Giugno 2019
(Mart.-Sab.: h.11-19)

Ingresso libero

Via Tadino 15, Milano

In mostra, oltre ai quadri, c’è anche una selezione di disegni e opere grafiche di Emilio Tadini.

L’obiettivo della mostra è ricostruire la figura di un artista totale (pittore, disegnatore, intellettuale, scrittore e poeta) colto e profondo, anche alla luce del particolare rapporto con Giorgio Marconi, gallerista, collezionista e soprattutto amico di Tadini.

Punto di partenza per l’artista è la Pop Art.

Giorgio Andreotta Calò
CITTÀDIMILANO

PIRELLI HANGARBICOCCA

Fino al 2 Luglio 2019
(Gio.-Dom.: h. 10-22)

Ingresso libero

Via Chiese 2, Milano

Nella mostra CITTÀDIMILANO vengono presentate sculture realizzate dal 2008 a oggi.

Qui sono concepiti come parte di un unico paesaggio, che trasforma la percezione dell’ambiente ed evidenzia i legami che intercorrono tra le opere stesse.

Giorgio Andreotta Calò ha compiuto ricerche sulla storia della società Pirelli, concependo appositamente nuove opere, come quella del relitto del piroscafo Città di Milano, da cui prende il nome l’intera esposizione.

L’ORA DANNATA DI CARLOS AMORALES

FONDAZIONE ADOLFO PINI

Dal 2 Aprile fino all’8 Luglio 2019
(Lun.-Ven.: h.10-13; 15-17.00
Dal 2 al 7 Aprile anche Sab. e Dom.: h.11-13;15.00-18)

Ingresso libero

Corso Garibaldi 2, Milano

Arte visiva, musica, animazione e poesia tutte insieme.

La mostra è incentrata sull’installazione di dimensioni ambientali Black Cloud e sul progetto Life in the folds.

Sono esposte inoltre silhouettes e altre opere dell’artista.

Con Black Cloud, uno sciame di migliaia di farfalle nere invade gli ambienti della Fondazione già a partire dallo scalone d’ingresso.

15.000 farfalle popolano gli spazi nuovi e quelli già esistenti della Fondazione.

Con Life in the folds l’artista mette invece in scena il tema della violenza dell’uomo sull’uomo.

BUENA SUERTE MILAGROS DE MEXICO

CASA DEL MANZONI

Fino al 20 Luglio 2019
(Mart.-Ven.: 10.00-18.00;
Sab.: controllare orari sul sito)

Ingresso libero

Via Morone 1, Milano

Siete fortunati perché questa mostra è stata appena prorogata!

All’interno della meravigliosa Casa del Manzoni, nelle ultime sale quelle dei suoi figli, è stata creata la Galleria degli Ex-Voto, a cura della Fondazione PGR.

In particolare è ora in corso una mostra molto interessante sugli Ex-Voto messicani provenienti da una collezione privata.

Si tratta di circa 300 “retablos” contemporanei dipinti da 12 pittori su latta, talvolta nuova e talvolta no.

Le opere esposte, che sono come dei quadretti colorati, raccontano in modo incredibile momenti di vita quotidiana, le superstizioni, le leggende popolari, la fantasia, tutto ciò che rende straordinaria questa cultura.

Troverete anche riferimenti continui a Frida Kahlo che non solo dipinse degli Ex-Voto dopo il suo incidente, ma ne fu una straordinaria collezionista.

LYGIA PAPE

Fondazione Carriero

Fino al 21 Luglio 2019
(Mart.-Dom.: 11.00-18.00)

Ingresso libero

Via Cino del Duca 4, Milano

Si tratta della prima mostra personale mai dedicata da un’istituzione italiana a una delle maggiori esponenti del Neoconcretismo in Brasile.

A quindici anni dalla scomparsa di Lygia Pape, artista brasiliana degli anni Cinquanta, la Fondazione Carriero racconta il percorso dell’artista brasiliana sottolineandone in particolare l’eclettismo e la poliedricità.

All’ultimo piano, nella sala più bella, la grande rete che non vedo l’ora di vedere.

Sheela Gowda Remains

PIRELLI HANGARBICOCCA

Dal 4 Aprile fino al 15 Settembre 2019
(Gio.-Dom.: h. 10-22)

Ingresso libero

Via Chiese 2, Milano

La mostra è la prima personale di Sheela Gowda in Italia e, oltre a una nuova produzione, proporrà opere realizzate dal 1992 a oggi, tra cui acquarelli, stampe e installazioni site-specific.

C’è un’ampia varietà di materiali – come capelli, sostanze organiche, escrementi di mucca, incenso e pigmenti naturali – e le opere saranno in stretto dialogo con l’architettura delle Navate di Pirelli HangarBicocca.

Sheela Gowda è considerata una delle maggiori esponenti dell’arte contemporanea in India.

Spazia dal disegno, alla scultura, a installazioni su larga scala.

[labnol_related]

One comment

Lascia un commento