3 - 4 Maggio 2019

27 MOSTRE GRATIS DA VEDERE A MILANO A MAGGIO

mostre gratis Milano Maggio

 

Sul post delle mostre gratis da vedere a Maggio a Milano sono colpevolmente in ritardo.

Perdonatemi, ma mi sono fatta prendere la mano dalle vacanze e dai posti belli che ho visto e di cui vi parlerò presto.

Mi sono trovata costretta ad eliminare la mostra “Immersione libera” ai Bagni Misteriosi perché l’ingresso costa 3,50 euro.

Secondo me ne vale la pena, la trovate comunque nel post di Aprile.

Siete pronti a segnarvi le 27 mostre gratis in corso nel mese di Maggio? Partiamo!

DISEGNI E PROGETTI DELLO STUDIO 2A+P/A

GALLERIA ANTONIA JANNONE

Fino al 10 maggio 2019
(Mart.-Sab.: h.15:30 -19:30;
la mattina su appuntamento)

Ingresso libero

Corso Garibaldi 15, Milano

Una mostra dedicata ai lavori dello studio di architettura 2A+P/A.

In una parete viene esposta la raccolta di stampe UV su carta 36 disegni, realizzata in occasione della prima Biennale di Orleans e commissionata dal Frac Centre-Val de Loire.

Sulla parete opposta, invece, viene presentata una selezione di progetti esemplificativa delle attività svolte dallo studio nei suoi dieci anni: progetti di concorso, padiglioni espositivi e realizzazioni.

Eggs and rarities – PAUL KOOIKER

GALLERIA OTTO ZOO

Fino all’11 Maggio 2019
(Merc.-Sab.: h.14-19)

Ingresso libero

Via Vigevano 8, Milano

Il fotografo olandese Paul Kooiker propone in questa mostra circa 80 opere.

Si tratta della prima retrospettiva in Italia del suo lavoro.

L’artista olandese ha deciso di raccontarsi attraverso una serie di fotografie inedite riprese dal 2010 fino ad oggi, stendendo su ognuna un velo di colori pastello che le fa sembrare vecchie stampe d’epoca.

I soggetti sono molto diversi tra loro: persone, animali, nudi, oggetti, architetture e molto altro ancora.

Completa la mostra un’installazione realizzata appositamente per questa occasione.

Si tratta di una stampa di grande formato, inedita e mai esposta fino ad oggi: nell’immagine, una modella è sdraiata su un tavolo in una posizione del tutto inusuale.

DE CODING. ALCANTARA NELLE SALE DEGLI ARAZZI

PALAZZO REALE

Fino al 12 Maggio 2019
(Lun.: 14-19.30;
Mart.-Merc.-Ven.-Dom.: h.9.30-19.30;
Gio e Sab.: 9.30-22.30)

Ingresso libero

Piazza Duomo, Milano

Gli arazzi esposti nelle sale in cui si svolge la mostra raccontano episodi delle Metamorfosi di Ovidio.

Si tratta di 4 installazioni site specific che dialogano con le sale di esposizione.

Tutte e quattro le installazioni diventano macchine ludiche che spingono il pubblico all’interazione: dalle dimensioni di Medea, all’incarnazione di Scilla, fino alla compagnia virtuale degli Argonauti.

The Art Side of Kartell

PALAZZO REALE

Dal 10 Aprile fino al 12 Maggio 2019
(Lun.: 14-19.30;
Mart.-Merc.-Ven.-Dom.: h.9.30-19.30;
Gio e Sab.: 9.30-22.30)

Ingresso libero

Piazza Duomo, Milano

Nello splendido Appartamento dei Principi di Palazzo Reale Kartell, storica azienda milanese di design, festeggia con questa mostra i suoi 70 anni.

Per Kartell hanno lavorato grandi nomi del design internazionale come Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Gae Aulenti, Philippe Starck e Vico Magistretti, solo per citarne alcuni.

In questo percorso saranno esposti alcuni iconici prodotti dell’azienda, insieme a fotografie, opere teatrali e d’arte che hanno ispirato i designer. 

ArtKids ha ideato e realizzato un taccuino distribuito gratuitamente che accompagnerà i bambini durante la visita e li farà protagonisti del percorso.

Carlo Battaglia. ORIZZONTALE e ORIZZONTALE.
Una stagione analitica

MENHIR ARTE CONTEMPORANEA

Fino al 14 Maggio 2019
(Mart.-Sab.: h.11-13; 14-19)

Ingresso libero

Via Mario Giuriati 9, Milano

In mostra una decina di capolavori, scelti tra le opere iniziali di Carlo Battaglia, artista di origini sarde.

La personale si chiude con l’opera “Come giovane mare temerario n.5” presentata alla Biennale di Venezia del 1980, alla quale Battaglia fu invitato a partecipare con una sala personale

La mostra vuole valorizzare l’operato artistico di uno dei Maestri della pittura degli anni Settanta.

BLU MILANO

NYX Hotel Milan

Fino al 19 Maggio 2019
(Tutti i giorni: h. 9-21)

Ingresso libero

Piazza IV Novembre 3, Milano

L’artista milanese Ilaria Borracino è l’autrice di queste fotografie in cui viene ricercata la bellezza nella semplicità dei luoghi.

Nel 2006 inizia a fotografare fabbriche abbandonate e nel 2010 entra, di nascosto, a fotografare il Palazzo della Regione durante la sua costruzione.

In mostra c’è un ciclo di immagini in cui l’artista immortala Milano: una città che continua a cambiare, la nostra Milano che comincia a non fermarsi mai.

DONNE CANCELLATE

UNIVERSITÀ DI MILANO-BICOCCA

Fino al 20 maggio 2019
(Lun.-Ven.: h.8-21.30;

Sabato: h.8-13.30)

Ingresso libero

Piazza dell’Ateneo Nuovo, 1 – Milano, edificio U6, piano terra
Galleria accanto all’Aula Magna

In mostra ci sono le fotografie di Gin Angri dall’archivio dell’Ospedale psichiatrico San Martino di Como (1882-1948).

In mostra ci sono immagini e documenti delle cartelle cliniche, i volti e le storie delle ricoverate che in questo luogo consumarono la loro esistenza o parte di essa.

PACO MINUESA 

HERNANDEZ ART GALLERY

Dal 7 al 28 Maggio 2019
(Lun.: h.10-16; Mart.-Ven.: h.10-19;

Sab.-Dom.: su appuntamento)

Ingresso libero

Via Copernico 8, Milano

A distanza di dodici anni l’artista spagnolo, Paco Minuesa, torna ad esporre le sue opere in Italia.

In esposizione una selezione di opere di questo artista che ci presenta una serie di nuovi lavori, a forte valenza metaforica, che intendono farci riflettere su alcune tematiche sociali ed esistenziali.

Doppio sguardo – dentro e fuori la fotografia
Silvia Bottino e Maria Chiara Maffi

GLI EROICI FURORI

Dall’8 al 28 Maggio 2019
(Mart.-Ven.: h.15.30-19;

Sabato e mattina su appuntamento)

Ingresso libero

Via Melzo 30, Milano

Il Dialogo a Due tra le fotografe Silvia Bottino e Maria Chiara Maffi riguarda la visione e lo sguardo: dal basso verso l’alto, dal dentro al fuori, dall’esterno all’interno e viceversa.

Silvia Bottino appoggia il telefono mobile a terra all’altezza del suolo e scatta: ecco il progetto “Rasoterra”.

Maria Chiara Maffi ritrae ironicamente il mondo dell’apparenza: sette fotografie, una per ogni giorno della settimana, compongono la sua ricerca fotografica dal titolo “I have brown eyes”.

Arte e salute. Alle radici della prevenzione

PALAZZO PIRELLI-SPAZIO EVENTI

Dal 15 al 29 Maggio 2019
(Lun.-Gio.:h. 9.30 – 17.30;
Ven.: h.9.30-13)

Ingresso libero

Via Fabio Filzi 22, Milano

Questa mostra ha l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione come primo e fondamentale strumento di cura della salute.

L’Albero è il tema prescelto per questa mostra collettiva: si vuole sensibilizzare le persone sull’importanza della conoscenza della storia clinica personale e familiare per attuare un percorso di prevenzione mirata ed efficace.

In mostra ci sono 35 opere realizzate da un gruppo di illustri esponenti del panorama artistico contemporaneo e da giovani talenti.

MILANO POP. Pop Art e dintorni nella Milano degli anni ’60/’70

SPAZIO ESPOSITIVO DI PALAZZO LOMBARDIA

Fino al 29 maggio 2019
(
Lun.-Ven.: h.11-19;

Sab.-Dom.: h. 15-19)

Ingresso libero

Via Galvani 27, Milano

In mostra un panorama della Pop Art italiana con i grandi protagonisti della corrente.

L’esposizione evidenzia i diversi punti di contatto, ma anche e soprattutto le differenze profonde con la Pop Art americana.

Tra gli autori esposti, Rotella, Schifano, Giosetta Fioroni, Baj, Bertini, Tadini, Baratella, De Filippi, Sarri, Spadari.

DONNA TERRA DI OUSMANE NDIAYE DAGO

OTHER SIZE GALLERY

Fino al 31 Maggio 2019
(Lun.-Ven.: h.11-20; Sab.: 18-22)

Ingresso libero

Via Andrea Maffei 1, Milano

In mostra il ciclo più rappresentativo del lavoro del fotografo senegalese Ousmane Ndiaye Dago, fra i principali interpreti dell’avanguardia africana contemporanea.

In esposizione quindici fotografie di medio e grande formato della collezione di Giampaolo Prearo, che reinterpretano il corpo femminile, travestendolo di gesso, fango, argilla e pennellate di colore.

Le donne di Dago non mostrano mai il volto.

Vetrine di Libertà: la Libreria delle donne di Milano, ieri, oggi

LA FABBRICA DEL VAPORE

Fino al 6 giugno 2019
(Lun.: h.15-19; Mart.-Dom.: h.11-19)

Ingresso libero

Via Procaccini 4, Milano

L’esposizione comprende le opere di decine di artiste esposte dal 2015 in una delle vetrine della Libreria delle Donne di Milano nel programma Quarta Vetrina, oltre a un book shop, gemello di quello di via Pietro Calvi 29, che offre una selezione di titoli di ieri e oggi della Libreria.

LA PITTURA COME DOCUMENTO E DENUNCIA

PALAZZO SORMANI

Fino all’8 giugno 2019
(Lun.-Ven.: h.15-19, Sab.: h.9-12:30)

Ingresso libero

Corso di Porta Vittoria 6, Milano

Una mostra in ricordo di Giuseppe Fava, il giornalista siciliano assassinato dalla mafia nel 1984.

In mostra ci soni 60 opere tra dipinti a olio, incisioni e disegni, realizzati tra la fine degli anni ’50 e i primi anni ’80.

Presenti in mostra molte acqueforti, tecnica a cui l’autore si dedicò dal 1975.

Nel percorso espositivo, una zona è dedicata alla proiezione a ciclo continuo di spezzoni della serie ‘I Siciliani’, realizzata nel 1980 con regia di Vittorio Sindoni e sceneggiatura di Giuseppe Fava, e nelle teche dislocate lungo il percorso sono esposti i preziosi materiali d’archivio.

MI TULAR – IO SONO IL CONFINE DI VALENTINA TAMBORRA

Galleria Après-coup Arte

Fino al 7 giugno 2019
(Mart.-Sab.: h.8:30-22)

Ingresso libero

Via Privata della Braida 5, Milano

Valentina Tamborra è andata a scoprire più da vicino chi sono le persone che hanno deciso di stabilirsi in questo remoto angolo di mondo, da loro stesse definito una “bolla”.

Minatori e scienziati, allevatori di cani da slitta, filosofi che per sbarcare il lunario fanno gli idraulici, chef che aprono ristoranti gourmet con la più grande selezione di vini in Europa in un luogo dove l’alcol è razionato.

IMPARA L’ENERGIA

MUBA

Fino al 20 giugno 2019
(Tutti i giorni: h.10-18)

Ingresso libero

Rotonda della Besana
Via Enrico Besana 12, Milano

Questa installazione di gioco è stata realizzata da MUBA in partnership con E.ON ed è dedicata ai bambini dai 3 agli 11 anni.

La troverete all’ingresso del Museo e accompagnerà i bambini alla conoscenza dell’energia per imparare un comportamento responsabile.

Si tratta di un grande tavolo rotondo con al centro la casa del futuro, suddiviso in otto postazioni di gioco con schede dedicate da completare usando diverse tecniche e materiali.

DAN FLAVIN

Cardi Gallery

Fino al 28 giugno 2019
(Lun.-Ven.: h.10-19;
Sab.: Su appuntamento)

Ingresso libero

Corso di Porta Nuova 38, Milano

In mostra ci sono 14 opere luminose realizzate dall’artista americano Dan Flavin dalla fine degli anni ’60 agli anni ’90.

Le sue installazioni e opere scultoree sono realizzate esclusivamente con lampade fluorescenti disponibili in commercio.

Emilio Tadini 1967-1972. Davanti agli occhi, dietro lo sguardo

FONDAZIONE MARCONI

Fino al 28 Giugno 2019
(Mart.-Sab.: h.11-19)

Ingresso libero

Via Tadino 15, Milano

In mostra, oltre ai quadri, c’è anche una selezione di disegni e opere grafiche di Emilio Tadini.

L’obiettivo della mostra è ricostruire la figura di un artista totale (pittore, disegnatore, intellettuale, scrittore e poeta) colto e profondo, anche alla luce del particolare rapporto con Giorgio Marconi, gallerista, collezionista e soprattutto amico di Tadini.

Punto di partenza per l’artista è la Pop Art.

Giorgio Andreotta Calò
CITTÀDIMILANO

PIRELLI HANGARBICOCCA

Fino al 2 Luglio 2019
(Gio.-Dom.: h. 10-22)

Ingresso libero

Via Chiese 2, Milano

Nella mostra CITTÀDIMILANO vengono presentate sculture realizzate dal 2008 a oggi.

Qui sono concepiti come parte di un unico paesaggio, che trasforma la percezione dell’ambiente ed evidenzia i legami che intercorrono tra le opere stesse.

Giorgio Andreotta Calò ha compiuto ricerche sulla storia della società Pirelli, concependo appositamente nuove opere, come quella del relitto del piroscafo Città di Milano, da cui prende il nome l’intera esposizione.

L’ORA DANNATA DI CARLOS AMORALES

FONDAZIONE ADOLFO PINI

Fino all’8 Luglio 2019
(Lun.-Ven.: h.10-13; 15-17.00)

Ingresso libero

Corso Garibaldi 2, Milano

Arte visiva, musica, animazione e poesia tutte insieme.

La mostra è incentrata sull’installazione di dimensioni ambientali Black Cloud e sul progetto Life in the folds.

Sono esposte inoltre silhouettes e altre opere dell’artista.

Con Black Cloud, uno sciame di migliaia di farfalle nere invade gli ambienti della Fondazione già a partire dallo scalone d’ingresso.

15.000 farfalle popolano gli spazi nuovi e quelli già esistenti della Fondazione.

Con Life in the folds l’artista mette invece in scena il tema della violenza dell’uomo sull’uomo.

SOLO IL BELLO DEL SOLE

MUBA

Fino al 16 luglio 2019
(Tutti i giorni: h.10-18)

Rotonda della Besana
Via Enrico Besana 12, Milano

In collaborazione con LloydsFarmacia Muba ha creato all’interno dell’area a fruizione gratuita del museo una nuova installazione per spiegare ai bambini quanto sia importante per la pelle una foto-protezione costante e una corretta esposizione al sole.

VIENI A METTERE LA CREMA, il comando delle mamme d’estate, diventa un gioco facile e intuitivo, fruibile liberamente e senza limiti di tempo.

I bambini sono invitati a coprire, con delle tessere semitrasparenti, la sagoma di una persona esposta al sole, come se dovessero spalmare la crema a qualcuno.

Bellissimo e utilissimo!

DIRE IL TEMPO
Roman Opałka, una retrospettiva

GALLERIA BUILDING

Fino al 20 Luglio 2019
(Mart.-Sab.: h. 10-19)

Ingresso libero

Via Monte di Pietà 23, Milano

La ragione di vita dell’artista Roman Opalka è stata dipingere il tempo, cascate di cifre.

OPALKA 1965 / 1 – ∞ è il progetto pittorico-esistenziale che raccoglie più di 200 Details, ovvero sequenze di numeri che partendo da 1 avrebbero dovuto scorrere fino all’infinito.

5 607 249 è l’ultimo numero che Opałka lasciò prima di morire nel 2011.

Troverete una selezione di tele della serie di Détail, affiancata da 7 Cartes de Voyages e 35 autoritratti fotografici, esposti insieme al suono registrato della sua voce.

La seconda parte di questa mostra sarà esposta alla Biennale di Venezia.

BUENA SUERTE MILAGROS DE MEXICO

CASA DEL MANZONI

Fino al 20 Luglio 2019
(Mart.-Ven.: 10.00-18.00;
Sab.: controllare orari sul sito)

Ingresso libero

Via Morone 1, Milano

Siete fortunati perché questa mostra è stata appena prorogata!

All’interno della meravigliosa Casa del Manzoni, nelle ultime sale quelle dei suoi figli, è stata creata la Galleria degli Ex-Voto, a cura della Fondazione PGR.

In particolare è ora in corso una mostra molto interessante sugli Ex-Voto messicani provenienti da una collezione privata.

Si tratta di circa 300 “retablos” contemporanei dipinti da 12 pittori su latta, talvolta nuova e talvolta no.

Le opere esposte, che sono come dei quadretti colorati, raccontano in modo incredibile momenti di vita quotidiana, le superstizioni, le leggende popolari, la fantasia, tutto ciò che rende straordinaria questa cultura.

Troverete anche riferimenti continui a Frida Kahlo che non solo dipinse degli Ex-Voto dopo il suo incidente, ma ne fu una straordinaria collezionista.

LYGIA PAPE

Fondazione Carriero

Fino al 21 Luglio 2019
(Mart.-Dom.: 11.00-18.00)

Ingresso libero

Via Cino del Duca 4, Milano

Si tratta della prima mostra personale mai dedicata da un’istituzione italiana a una delle maggiori esponenti del Neoconcretismo in Brasile.

A quindici anni dalla scomparsa di Lygia Pape, artista brasiliana degli anni Cinquanta, la Fondazione Carriero racconta il percorso dell’artista brasiliana sottolineandone in particolare l’eclettismo e la poliedricità.

All’ultimo piano, nella sala più bella, la grande rete che non vedo l’ora di vedere.

IL SEGNO DI LEONARDO

BASILICA SANTA MARIA DELLE GRAZIE

Fino al 28 Luglio 2019
(Mart.-Dom.: h. 10-12; 15.30-19)

Ingresso libero

Via Caradosso 1, Milano

In mostra ci sono le fotografie di Franco Lucillini che ci consentiranno di ammirare da vicino in altissima risoluzione molte opere di Leonardo.

Non vedo l’ora!

Sheela Gowda Remains

PIRELLI HANGARBICOCCA

Fino al 15 Settembre 2019
(Gio.-Dom.: h. 10-22)

Ingresso libero

Via Chiese 2, Milano

La mostra è la prima personale di Sheela Gowda in Italia e, oltre a una nuova produzione, proporrà opere realizzate dal 1992 a oggi, tra cui acquarelli, stampe e installazioni site-specific.

C’è un’ampia varietà di materiali – come capelli, sostanze organiche, escrementi di mucca, incenso e pigmenti naturali – e le opere saranno in stretto dialogo con l’architettura delle Navate di Pirelli HangarBicocca.

Sheela Gowda è considerata una delle maggiori esponenti dell’arte contemporanea in India.

Spazia dal disegno, alla scultura, a installazioni su larga scala.

ALESSANDRO TWOMBLY

STUDIO GIANGALEAZZO VISCONTI

Fino al 20 Dicembre 2019

(Lun.-Gio.: h.10-13; 14.30 -18.30
Ven.: h.10-15)

Corso Monforte 23, Milano

In mostra ci sono 8 nuove opere dell’artista Alessandro Twombly in attesa della mostra che sarà inaugurata a settembre.

[labnol_related]

One comment

Lascia un commento