2 - 23 Giugno 2019

5 LIBRI DA LEGGERE QUESTA ESTATE

 

Sicuramente mi sopravvalutate ma in tanti mi chiedete consiglio su quali libri leggere questa estate.

Confesso di avere pronti alla lettura moltissimi libri da leggere di cui vi parlerò prossimamente.

Sono qui che mi guardano.

Ma intanto, comincio a raccontarvi di questi 5 libri bellissimi (alcuni non nuovi) da leggere e che vi consiglio di portare in vacanza.

OGNI PICCOLA COSA INTERROTTA

Silvia Celani
Garzanti 2019

Di questo libro vi ho già parlato, perché oltre ad aver conosciuto l’autrice, l’ho amato moltissimo.

In questo libro si parla di ferite, vi avviso, ognuno ha le sue, non facciamo una classifica del dolore.

Si parla di ferite, è vero, ma soprattutto si parla di come riparare le ferite.

Di come renderle preziose, utili, belle.

Anche se cerchiamo di proteggere ciò che amiamo con tutti noi stessi, non sempre siamo in grado di farlo, sai?

Ma niente finisce. Anche una cosa rotta può tornare a vivere.

Le ferite che questo libro ci racconta sono quelle di una ventenne, Vittoria, e della sua famiglia che si è spezzata, persa e in qualche modo ricomposta.

Proprio come un oggetto rotto e riparato.

L’ISOLA DELL’ABBANDONO

Chiara Gamberale
Feltrinelli 2019

Ormai lo sapete. Ho dei momenti di blackout nella lettura.

E per sbloccarmi ho bisogno di un certo tipo di libri.

L’isola dell’abbandono di Chiara Gamberale è stata una bella terapia. Un libro che ho letto in due sere, praticamente divorato.

L’isola dell’abbandono è un posto, una riflessione, un percorso.

È quello che ci succede quando diventiamo genitori e cerchiamo di capire dove metterci il nostro passato, che poi è quello che ci ha fatto diventare così come siamo.

L’isola dell’abbandono è Naxos, una donna, un figlio, l’amore e dieci anni passati in mezzo.

Certo. Però non cambi tu. O meglio…Cambi, sì. Ma perché, almeno a me è successo così, proprio mentre tu pensi che devi rinunciare a tutti i te che sei stato fino a quel momento, in realtà quei te si stanno dando all’improvviso appuntamento. E’ un raduno generale. Ed è per questo che ci sentiamo così frastornati.

NELLA NOTTE

Concita De Gregorio
Feltrinelli 2019

Poteva mancare tra i libri da leggere questa estate la mia amata Concita De Gregorio?

No, non poteva.

Amo questa autrice, amo il suo stile asciutto e perfetto, la amo tanto nello scritto quanto la amo nel parlato.

Nella Notte, però, è un libro un pochino diverso dal solito che scava nella politica romana, in gran parte marcia, per cercare un barlume di onestà.

Nella Notte è la tesi di laurea di Nora in cui vengono narrati gli eventi avvenuti appunto durante una notte e che impedirono l’elezione di un Presidente della Repubblica già dato per eletto.

Vi dice qualcosa? In fondo, la storia siamo noi.

Nella Notte è un libro difficile, a più voci, reso superiore come sempre dalla maestria di Concita De Gregorio.

Le parole, i proclami: sono sempre diversivi. Servono a intrattenere le persone. Sono una messa in scena. Chi ha potere resta nell’ombra, manda avanti gli speaker. Chi tira i fili è dietro.

UN ADULTERIO

Edoardo Albinati
Rizzoli 2017

Un libro piccolo, in termini di dimensioni, ma non di contenuti.

Un libro tosto, questo, da leggere, che ci racconta ovviamente di un adulterio, di un uomo e di una donna, e del loro weekend segreto.

Della loro vita apparente e di quella vera, la vita vera appunto da cui stanno scappando.

Ma a cui torneranno.

La clandestinità è come un sogno, desiderabile e limitato, che svanirà alla luce del giorno. No, sicuramente non c’era nessuno come loro: tutti tranne loro due, stavano vivendo la loro esistenza ordinaria. Ma non dovrebbe essere così, pensò Clem, non è forse questa la vita vera?

ATTI OSCENI IN LUOGO PRIVATO

Marco Missiroli
Feltrinelli 2015

Dopo aver letto e amato a dismisura Fedeltà, l’ultimo libro di Marco Missiroli, ho voluto riprendere in mano questo libro del 2015 che avevo già letto.

Un libro di formazione in cui il protagonista Libero Marsell, italiano trapiantato a Parigi, ci racconta di una madre che manda all’aria un matrimonio e di un padre colto e malinconico.

Un caso letterario nel 2015, che è mi è piaciuto meno di Fedeltà, ma che è scritto in modo spettacolare.

Non ricordo chi abbia detto la frase straziante: più volumi troverai in casa di una persona e maggiore sarà il suo grado di infelicità.

E poi c’è Milano e poi c’è l’adultità che non è proprio essere adulti, ma più trovarsi un po’ per caso in quella età di mezzo.

E a me tutto questo piace molto quando devo scegliere dei libri da leggere.

Spero anche a voi.

[labnol_related]

Lascia un commento