19 - 9 febbraio 2018

5 MOSTRE GRATIS A MILANO DA VEDERE A FEBBRAIO

mostre milano gratis all'archivio di stato a febbraio

Eccoci tornati con l’appuntamento delle mostre gratis su Megliounpostobello.

Ormai lo sapete, ci tengo da matti a darvi qualche spunto per approfittare delle mostre gratis che ci sono a Milano.

Ve ne racconto 5 da vedere nel mese di Febbraio. Non perdetevele.

I Pulcini di Casiraghy. Tipografia e Poesia.

Fino al 31 marzo 2018
Ingresso libero
(Mar-Ven: 14.00-19.00; Sab: 9.00-11.30)

Galleria Gruppo Credito Valtellinese
Corso Magenta 59, Milano

mostre milano gratis al palazzo delle stelline a febbraio

200 libri editi da Alberto Casiraghy, editore e maestro della stampa, in mostra al Palazzo delle Stelline.

Ho avuto modo di incontrarlo alla presentazione del meraviglioso libro di poesie di Cristiana Vai “Amoroso Blu”, da lui edito, presso la Libreria del Mondo Offeso.

Casiraghy è un artigiano del libro, un editore che realizza ogni singolo libro a mano.

Sì avete capito bene, a mano: taglia la carta, la rilega con ago e filo, produce piccoli libricini che compone stampando le pagine con i caratteri mobili.

È per questo, ci raccontava, che ama gli aforismi: perché sono corti!

Ogni operina della sua casa editrice Pulcinoelefante è unica.

Sono opere piccole spesso di grandi nomi come quello di Alda Merini, per la quale Casiraghy ha pubblicato più di 1400 volumetti.

Sono libricini giocosi, talvolta contengono anche degli oggetti.

E se Casiraghy nella sua casa-laboratorio ha ospitato personaggi celebri di ogni tipo, anche un bambino può portargli un verso e lui lo stamperà.

CONVIVIANDO. La storia dell’arte della tavola

Fino al 15 febbraio 2018
Ingresso libero
(Lun: 14:30 – 19:30; Mar- Merc-Ven-Dom: 9:30 – 19:30)

Palazzo Reale
Piazza Duomo, Milano

mostre milano gratis a palazzo reale a febbraio

Questa mostra gratis a Milano è ambientata nell’Appartamento del Principe di Palazzo Reale che è già molto suggestivo di suo.

Viene raccontata la storia dell’arte della tavola in maniera scenografica.

L’apparecchiatura della tavola viene esplorata attraverso tre secoli e una serie di film sul tema.

Da Vatel a Ex Machina, passando da Marie Antoinette di Sofia Coppola, a Coco Chanel & Igor Stravinsky Emma, a  Morte a Venezia e a Il Gattopardo, capolavori di Luchino Visconti.

E ancora l’Art Déco de Il grande Gatsby, A Single Man fino a Io sono l’amore.

ARTICO.
ULTIMA FRONTIERA

Fino al 25 marzo 2018
(Mar-Dom: 10.30 – 20.30)

La Triennale di Milano
Viale Alemagna 6, Milano

mostre milano gratis alla triennale a febbraio

Oltre 6o fotografie di paesaggi e abitanti di Groenlandia, Islanda e Siberia.

Sono state scattate da tre maestri del reportage: Ragnar Axelsson (Islanda, 1958), Carsten Egevang (Danimarca, 1969) e Paolo Solari Bozzi (Roma, 1957).

Questa mostra gratis cerca di sensibilizzarci sui temi del riscaldamento globale e della sostenibilità ambientale.

Immagini forti e tre documentari ci consentono di conoscere la vita della popolazione Inuit, di soli 150.000 individui, che affrontano mille difficoltà a causa di un ambiente ostile.

Sotto il cielo di cristallo.
Un racconto della Galleria Vittorio Emanuele II a 150 anni dall’inaugurazione

Fino al 18 marzo 2018
Ingresso libero
(Mart-Dom: 9-17.30)

Cortile della Rocchetta (Sala del Tesoro)
Castello Sforzesco, Milano

 mostre milano gratis al castello sforzesco a febbraio

Adoro la Galleria Vittorio Emanuele II che è il simbolo per me di Milano. Adoro il Castello Sforzesco e tutto quello che ci racconta.

Facile capire come mi sia innamorata di questa mostra gratis che omaggia la Galleria in occasione del suo 150esimo anniversario.

Scatti fotografici, disegni tecnici e altri materiali, talvolta inediti, provenienti dalle raccolte civiche, ne ripercorrono la storia e la costruzione.

Rosa Genoni 1867-1954. Una donna alla conquista del ‘900

Fino al 24 marzo 2018
Ingresso libero
(Lun-Gio: 10-17; Ven: 10-14.30; Sab: 10-13.30)

Archivio di Stato di Milano – Palazzo del Senato
Via Senato 10, Milano

mostre milano gratis all'archivio di stato a febbraio

Conoscete il mio amore per l’Archivio di Stato di Milano, dove ho studiato dopo l’Università.

Che emozione questa mostra proprio qui.

Ci racconta di Rosa Genoni, una donna che riuscì, in un’epoca difficile per le donne e per gli ultimi, a diventare un’imprenditrice della moda italiana, sfuggendo ad un destino di povertà.

Diventò anche giornalista, oltre a insegnare storia del costume presso la Società Umanitaria di Milano.

La mostra è divisa in due parti: la prima dedicata alla sua moda, la seconda al suo impegno politico, sociale e civile.

In esposizione ci sono bozzetti, abiti, documenti inediti, giornali, libri, lettere, fotografie.

Condividilo sui social!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Potrebbe interessarti anche...

One comment

Lascia un commento