3 - 10 Luglio 2020

I LEONI DI SICILIA: LA SAGA DEI FLORIO

Leoni di Sicilia la saga dei Florio

Editrice Nord 2019

I Leoni di Sicilia ci raccontano la Saga dei Florio, una delle famiglie che ha fatto la storia della Sicilia e del Sud.

Avevo iniziato a leggere I Leoni di Sicilia a Febbraio, ma il 1 Marzo l’ho chiuso.

E non perché non mi piacesse, anzi, mi sono accorta subito che era un libro stupendo.

Ma perché uno dei modi in cui io ho reagito al lockdown è stato non riuscire a leggere più nemmeno una riga.

Ho ripreso a leggere da pochi giorni e ho divorato I Leoni di Sicilia, in cui l’autrice Stefania Auci ci racconta la Saga dei Florio.

E in che modo meraviglioso ci racconta questa storia!

Qui la (S)toria si incrocia con la (s)toria della famiglia Florio.

Risulta talmente incredibile la vicenda di questa famiglia che dal niente arriva ad essere la più ricca e influente del Sud Italia che pensi sia frutto di fantasia.

E invece è vera!

La storia dei Florio comincia con il trasferimento di Paolo e Ignazio Florio a Palermo nel 1799, da Bagnara un piccolo paese calabrese.

Una famiglia di umili origini che sgomita in una nuova terra per raggiungere i propri obiettivi.

E ci riuscirà.

Ma per decenni i Florio verranno considerati comunque stranieri, arricchiti, “facchini”.

Cosa credi, che non lo sappia che ci considerano poco più del fango?…Ho segnato tutto qui. Niente mi scordo di quello che mi hanno fatto. Però mai fargli vedere che sei arrabbiato perché è la collera che fa fare le peggiori fesserie. Questa è gente che ragiona con la pancia. Noi no.

Se dovessi definire il motore della famiglia Florio direi che ha un solo nome: ambizione.

La volontà precisa e netta di emergere, arricchirsi, consolidare, dare un futuro ai lavoratori e ai propri figli.

Dal commercio di spezie ed aromi, di generazione in generazione, si passa all’industria, allo zolfo, al Marsala, al tonno, alla compagnia di navigazione.

E poi c’è Palermo, coprotagonista del romanzo, che ci racconta di un mondo a parte così lontano da noi: le sue regole, le sue vie, il suo porto.

Lo scirocco è una coperta bagnata gettata su Palermo.

Ne I Leoni di Sicilia c’è anche l’amore.

E ti pareva che ne facevo a meno io dell’amore.

Un amore vero, autentico, ostacolato come solo nell’Ottocento poteva succedere. Ma che poi vince.

Cosa dev’essere stato in Sicilia, in quel tempo, andare contro le convenzioni, i dogmi sociali, la volontà delle famiglie, insomma in una parola amare la persona sbagliata.

E invece succede anche questo in Casa Florio.

Ho amato seguire le vicende di questa famiglia per 70 anni!

Ciò che è un uomo prima di avere un figlio è spesso un mistero che un padre decide di custodire nel profondo e di non rivelare mai, a nessuno. Tra il prima e il dopo c’è un limite, netto e invalicabile. Ignazio non può sapere quanto un figlio cambi un uomo.

A Palermo dovevo ritornare a Maggio per lavoro, dopo quasi 20 anni.

Come tante altre cose, anche questo viaggio è saltato.

Ma sono certa che quando tornerò la guarderò in modo diverso. cercando il passaggio dei Florio in ogni dove.

Noi li chiamiamo ricordi, ma siamo bugiardi. Cose come questo scialle o il tuo anello sono ancore per una vita che se ne va.

[labnol_related]

One comment

Lascia un commento