4 - 25 Luglio 2019

CAPO COMINO IN SARDEGNA:
UNA GITA IN GIORNATA

Capo Comino è una delle gite che amo di più in Sardegna e che ogni anno rifaccio.

Siamo nella zona di Siniscola, in Baronia.

Ora vi racconto perché amo tanto la gita a Capo Comino.

IL MOLETTO A CAPO COMINO

Il Moletto Capo Comino Sardegna

Innanzitutto il mio primo obiettivo quando vengo a Capo Comino è il Moletto, un ristorante di cui vi ho già parlato e che amo tantissimo.

Sarà per la sua posizione sul mare, sarà per il tonno declinato in cento modi (il mio preferito è il carpaccio di tonno con finocchio e pecorino di Siniscola), per la Tajine di fregola sarda alla verdure  o per i gamberi fritti al pane guttiau.

Oppure per tutte queste cose insieme, io non lo so.

Sta di fatto che per me pranzare al Moletto a Capo Comino è vacanza.

Nasce come Oyster Bar, io le ostriche non le amo ma se a voi piacciono questo è il vostro regno.

Pare spettacolare l’ostrica con pompia siniscolese e aneto. Crudo per crudo io di solito mi butto sui gamberi di Siniscola.

Tra l’altro da quest’anno hanno aperto anche un sushi (che prima si poteva mangiare qui, divino tra l’altro) a La Caletta, qui vicino.

LA SPIAGGIA DI CAPO COMINO

Se non siete mai venuti a Capo Comino fatelo per la sua spiaggia selvaggia che vi lascerà senza fiato.

Si trova sulla costa nord orientale  nel territorio del Comune di Siniscola (NU), all’estremità orientale della Sardegna.

Troverete una distesa di sabbia bianca e finissima che forma meravigliose dune ricoperte da ginepri e macchia mediterranea.

Dune e mare aperto: credo sia anche questo ad avermi stregato di Capo Comino.

Il mare cristallino, verde smeraldo, come solo in Sardegna sa essere, ha il fondale basso e sabbioso, perfetto per i piccoli.

Di fronte avrete l’isola Ruja, uno scoglio di porfido rosso che si può raggiungere a nuoto o a piedi.

Capo Comino è anche una meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea.

A Sud il paesaggio cambia e diventa roccioso: all’estremità orientale è situato il faro, vicino al capo da cui prende nome l’intera zona.

Qui sono stati girati diversi film:

  • Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto, di Lina Wertmüller (1974) con Giancarlo Giannini e Mariangela Melato
  • Black Stallion, di Carroll Ballard (1979), prodotto da Francis Ford Coppola
  • Travolti dal destino (titolo originale Swept Away), di Guy Ritchie (2001) con Madonna e Adriano Giannini

L’ISOLA ROSSA CAPO COMINO

L'Isola Rossa a Capo Comino Sardegna

Se poi qui mi voglio concedere una giornata comoda mi dirigo allo stabilimento L’Isola Rossa, l’unico che c’è in spiaggia.

Lo amo per:

  • la gentilezza
  • i prezzi umani (si può fare anche la mezza giornata)
  • gli ombrelloni più distanziati di altri
  • il bar curato ma easy dove bersi un aperitivo
  • l’area giochi per i bambini
  • il fatto che se non hai bambini cercano di metterti lontano dall’area medesima

BORGO DI SANTA LUCIA A CAPO COMINO

Santa Lucia è una frazione del comune di Siniscola, molto carina.

È completamente circondata da una pineta piantata negli anni Trenta del Novecento e conserva una torre probabilmente del sec. XVII.

Interessante sapere che il paesino venne popolato da pescatori provenienti dall’isola di Ponza.

Insomma, se siete qui a Capo Comino una passeggiata ci sta.

[labnol_related]

Lascia un commento