9 - 16 Giugno 2019

DUE GIORNI A RICCIONE:
DOVE DORMIRE E COSA FARE

Riccione

Prima di raccontarvi Riccione e i due giorni che vi ho trascorso, voglio farvi una confessione.

Sono tornata a Riccione dopo tanto, tanto tempo.

E dietro un angolo ho ritrovato i miei ricordi. Erano tutti in fila che mi aspettavano.

Le piadine a ogni ora del giorno, i gelati con lo stecco, i chilometri di sabbia, le biciclette in ogni dove, i canditi e il cocco urlati in spiaggia, i bagni numerati per orientarsi, i pattini di legno.

I miei 16 anni.

Riccione di sera

Ma soprattutto sono tornata a Riccione, da sola!

Ci sono tornata perché sono stata invitata da Roberta di Different Details nell’ambito del progetto Traverlwiththebloggers.

Posso dire che anche tra i progetti per i blogger ci sono quelli belli e quelli brutti?

Questo è bellissimo perché è tagliato su misura per il blogger protagonista.

E quindi ovviamente nel mio caso ho visitato solo posti belli!

Partiamo subito con il racconto della mia Riccione!

HOTEL SELECT SUITES & SPA

Via Antonio Gramsci 89, Riccione

Hotel Select a Riccione

È così che a Riccione ho dormito in un vero posto bello, l’Hotel Select Suites& Spa: un albergo perfetto.

36 camere appena ristrutturate, che ho visitato quasi tutte, una più bella dell’altra e diverse tra di loro.

Questa azzurra che vedete nella gallery è una camera familiare tutta a tema mare, adorata dai bambini.

 

La mia preferita è ovviamente quella con la vasca in camera proprio vicino al letto e la sauna in bagno.

In generale ho amato le stanze chiare, eleganti, rilassanti.

In ognuna ho trovato un dettaglio, un’opera, un particolare colorato spesso legato al mare.

Gli spazi comuni sono come dico io: ragazzi, gli spazi comuni sono fondamentali in un albergo!

E allora: il bar, la hall, la sala per i più piccoli, le sedute all’interno e anche quelle all’esterno, le poltrone  e le lampade.

 

La piscina, vi parlo un secondo della piscina perché io congelo sempre in piscina, ecco diciamolo, e in questa no perché è riscaldata!

 

Non potevo certo non apprezzare lo Sky Bar proprio io che passo la vita a recensire rooftop e terrazze dove bere l’aperitivo.

Vista su tutta Riccione, piante, tavoli in maiolica e cassette di legno recuperate, lucine all’ora del tramonto e il mare davanti.

Direi che c’era tutto quello che un posto bello deve avere.

Adesso facciamo un attimo un giro in SPA, che lo ammetto, è uno dei posti che amo di più negli alberghi.

Le Ninfe Spa sono uno spazio aperto, perfetto, lineare.

Nell’ordine ho trovato: una piscina con il ponte, la sauna, il bagno turco, un percorso Kneipp, la grotta di sale.

Io mi sono fatta fare anche un trattamento drenante ed esfoliante pazzesco eseguito da una ragazza competente e dolcissima.

Vi confesso che a colazione mi sono pappata anche una crêpe alla nutella: cosa facevo dicevo di no?

In generale la colazione è stata davvero super: centrifughe, spremuta di arancia fresca, pane e dolci di ogni tipo, marmellate fatte in casa.

La colazione è importante in un albergo, vero?

Un’ultima cosa: questo albergo è aperto tutto l’anno. Io ci vorrei tornare d’inverno, chissà com’è Riccione?

P.S: la Spa e lo Sky Bar sono aperti anche agli esterni.

INDACO RICCIONE

Via Antonio Gramsci 33, Riccione

Adesso vi devo raccontare di questo ristorante che ha aperto a Riccione da meno di un anno.

Indaco Riccione si trova nel giardino dell’ex Grand Hotel, o meglio in quelle che erano le lavanderie del Grand Hotel di Riccione.

Un posto pieno di storia, di ricordi e anche di passato, come piace a me.

I ragazzi di Indaco mi hanno raccontato di questa loro avventura con un entusiasmo e una passione negli occhi piuttosto rari da trovare.

Tanto per cominciare ho bevuto un cocktail pazzesco, un Moscow Mule al mandarino, che mi è stato servito in una bottiglietta di vetro d’epoca (all’interno ce n’era una collezione intera!).

 

Quello che mi ha colpito qui è la cura quasi maniacale nella preparazione di tutti gli ingredienti sia dei cocktail sia dei piatti.

L’aperitivo è stato accompagnato da una serie di pani, focacce, grissini tutto fatto a mano internamente.

Ho cenato in giardino tra l’indaco e le lucine.

Giardino Indaco Riccione

Ma ho chiaramente sbirciato all’interno che ho trovato bellissimo:

 

Vogliamo parlare dei tavolini montati su parti di vecchie Singer? Persino questi sono stati fatti a mano.

Ora però andiamo al sodo che vi racconto della cena.

Ho assaggiato tutte cose buonissime:

  • Marinatura di alici con salsa verde, mozzarella di bufala con pan brioche alla rapa rossa
  • Hamburger di pesce con senape di Dijon e cipollotto, germogli e pane alla curcuma
  • Tagliolini al nero di seppia con crema di piselli, pomodorini confit e pane all’aglio
  • Misto di dolcini

Ogni cosa è preparata dalla chef internamente con cura e amore piuttosto rari.

Grazie ragazzi, non vi dimenticherò!

LE COSE DI CASA VICHI

Corso Fratelli Cervi, 171

Per concludere vi devo raccontare di un negozio pazzesco che ho visitato a Riccione Paese, Le cose di casa Vichi.

A parte che non mi ricordavo di esserci mai stata a Riccione Paese, ma forse mi sbaglio perché mi sembra molto strano.

Innanzitutto vi devo dire che Le cose di casa Vichi si trova in un Palazzo del Settecento in mattoni rossi, che a Riccione non ce ne sono mica tanti.

Questa casa è diventata il logo del negozio e la troverete quindi disegnata sul biglietto da visita, sullo zerbino, sui sacchetti.

All’interno c’è da perdere la testa: tazze ovunque come se non ci fosse un domani.

Ho amato tantissimo le tovaglie su cui sono scritti i versi di Romagna mia:

e le ceramiche azzurre su cui c’è scritto Riccione.

E ancora, decine di articoli per la casa uno più bello dell’altro.

Chiacchierando con gli adorabili proprietari, Ambra e Dino, mi sono fatta raccontare la storia di questa casa di Riccione, proprio perché rara.

E del loro amore che li ha portati ad acquistarla più di 30 anni fa, a migliorarla e a salvarla pur conservandone le caratteristiche come le travi a vista e i camini nelle stanze.

Proprio parlando con loro, abbiamo concordato su come un oggetto bello, anche piccolo, oppure un  momento o un posto bello possano cambiare la nostra giornata.

Io ci credo e forse anche voi.

Ciao Riccione, cerco di tornare presto!

[labnol_related]

Lascia un commento