28 - 5 aprile 2017

DA VEDERE AL FUORISALONE 2017

Ci sono ancora 7 posti belli da vedere al Fuorisalone 2017. Sì, lo so ce ne sarebbero molti di più. Però anche noi dobbiamo sopravvivere a questo delirio imperante a Milano nelle date 4-9 aprile 2017. E allora:

NO PANIC

La Milano Design Week 2017 finisce domenica e con lei anche tutti gli eventi di Interni.

Ho selezionato per voi ancora 7 posti belli da vedere al Fuorisalone 2017 prima di domenica.

Ce la faremo!

PALAZZO LITTA

Corso Magenta 24, Milano

fino al 9 aprile: h. 11-19

30 installazioni create da 20 aziende, 70 designers affermati o esordienti. Strepitoso il diffusore Le Sablier che troverete in una stanza al primo piano. Preparate vista e olfatto. Il cortile ha una sorta di copertura di blue-jeans che non dimenticheremo!

IO CI VADO PERCHÉ

Palazzo Litta va visto e questa è un’occasione unica. Tantissime cose da conoscere, da sentire con tutti i sensi, esperienze vere e proprie da vivere che rendono questa visita speciale. Da vedere al Fuorisalone 2017, assolutamente.

GALLERIE D’ITALIA

Via Manzoni 10, Milano

fino al 9 Aprile: h. 19.30-23.30

Scritture di luce che danno vita a “Poesie di neon”. Le scritte sono realizzate con tubi di neon, con luci ed ombre. La cosa incredibile, soprattutto se non si è mai stati qui, è che si entra dalle Gallerie d’Italia ma poi ci si ritrova nel colonnato di Palazzo Anguissola e infine nel Giardino di Alessandro, che è dentro la casa di Alessandro Manzoni. Uno spettacolo unico.

IO CI VADO PERCHÉ

Per mille motivi! È un’installazione magica, è poetica, io amo la poesia e adoro le scritte al neon. E poi si respira la storia di Milano, intorno a noi c’è Alessandro Manzoni, la sua stessa aria. E poi è un’installazione solo serale, cosa c’è di meglio del buio per godersi uno scenario simile?

 

GARAGE C/O SPAZIO SANREMO

Via Fosse Ardeatine, Milano

fino al 9 Aprile: h. 11-20

Che contrasto pazzesco: un’ex garage e Cartier. L’esposizione “When the ordinary becomes precious” ci svela le nuove creazioni della maison. Che contrasto: meccanica e gioielleria, un posto grezzo e un contenuto così ricco e raffinato. Da una macchina sospesa al soffitto defluisce continuamente un liquido dorato che ricopre il pavimento. Uomini Cartier in tuta da meccanico, portagioielli e attrezzatura da officina. Che contrasto.

IO CI VADO PERCHÉ

Voi ve lo ricordate questo garage quando era ancora un garage? Io sì, abitavo lì vicino. E quindi non mi perderò certo questa occasione per vedere al Fuorisalone 2017 un posto storico di Milano, così saldo nei miei ricordi d’infanzia. E poi quando mi ricapita di avvicinare così da  vicino Cartier?

 

CINEMA ARTI

Via Pietro Mascagni 8, Milano

fino al 9 Aprile: h. 10-19

Qui ci dovete andare di corsa. È un’installazione molto veloce, peraltro. All’ingresso vi daranno dei guanti e voi vi chiederete perché? Lo capirete entrando in una stanza completamente nera dove si trova questa installazione voluta da COS. Una scultura ispirata ad un fiore da cui sbocciano delle bolle illuminate con cui giocare fino a farle rompere.

IO CI VADO PERCHÉ

Perché COS ogni anno si inventa qualcosa di speciale. Perché chi è stato bambino a Milano si commuove al solo pensiero del Cinema Arti, dove andavamo a vedere i cartoni animati con mamma e papà prima di Sky, prima che il mondo cambiasse senso. Perché questa installazione, anche lei, ci fa tornare bambini lì a ridere e a scoppiare bolle di sapone.

PALAZZO SERBELLONI

Corso Venezia 14, Milano

fino al 9 Aprile: h. 10-19

Nella Sala da ballo di Palazzo Serbelloni troverete un padiglione vero e proprio in quarzo, ispirato al Crystal Palace costruito a Londra in Hyde Park nel 1851. È costituito da 48 colori di quarzi, metallo e vetro colorato. Qua e là cercate le facce dei pagliacci.

IO CI VADO PERCHÉ

È unica la scenografia della Sala da ballo di Palazzo Serbelloni occupata da questo grande padiglione in cui entrare, girare su stessi, guardarci attraverso e credere di specchiarsi.

LA PELOTA 

Via Palermo 10, Milano

fino al 9 Aprile: h. 10-19 (domenica fino alle 18)

Alla Pelota si giocava a questo gioco, fino a non molto tempo fa. Che gioco è questa pelota? Confesso di non averlo mai capito molto bene. Ad ogni modo, lo spazio è gigantesco e qui Hermes ha ambientato le sue collezioni per la casa: mobili, oggetti e accessori in pelle.

IO CI VADO PERCHÉ

Prima di tutto perché alla Pelota non ci sono mai entrata. Poi perché sognare una casa Hermes non ci fa male. Poi perché l’anno scorso l’installazione Hermes mi era piaciuta da matti!

NONOSTANTE MARRAS

Via Cola di Rienzo 8, Milano

fino al 9 Aprile: h. 10-19

Qui una volta c’era un’officina e non mi riesce difficile capire perché Antonio Marras, l’artigiano, l’abbia scelta. Questo concept store che è una galleria d’arte vivente ospita due rassegne: “M’illumino d’immenso” che ripropone l’installazione del 2004 sulla luce e “Facciamo il punto”, una mostra sul punto in tutte le sue varianti. Geniale, appunto.

IO CI VADO PERCHÉ

Allora, se non ci siete mai stati dovete correre. Non riesco a descrivervelo questo posto, avrei bisogno di 100 fotografie e 1000 video. Unico, magico, surreale. Sprigiona energia da ogni angolo. E tu giri la testa e non sai dove metterla. In questi giorni è aperto il Rosso Marras temporary restaurant, solo su prenotazione dalle ore 20.30. Si mangia nel cortile-giardino di questo posto creato da un genio.

Forza ragazzi che domenica è vicina…

Condividilo sui social!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Potrebbe interessarti anche...