20 - 17 dicembre 2017

 LE MAMME A NATALE FANNO LISTE PER OGNI COSA

luminarie per le mamme natale

Le mamme a Natale diventano grafomani, producono liste e spuntano in continuazione le cose fatte.

Vivono nel terrore di dimenticare qualcosa, solo che poi quelle liste non finiscono mai.

Le mamme a Natale organizzano cene (di Natale, appunto), spesso al posto delle loro mamme.

Tentano di riprodurre menù familiari storici, consolidati, intoccabili. Quei menù sempre uguali che quando erano bambine vedevano a tavola la sera di Natale, magicamente già pronti. 

Le mamme a Natale si fanno carico delle tradizioni di famiglia anche se sentono, in ogni istante, di non esserne all’altezza.

E sentono nostalgia di quel sentirsi solo figlie che a Natale vale più che mai.

Le mamme a Natale fanno pacchetti di notte, sono le migliori collaboratrici di Babbo Natale.

Imbucano letterine indirizzate a lui e sanno che per fortuna arriverà per tutti. Talvolta sono tentate di scriverne una anche loro di letterina, sia mai che si avveri.

Le mamme a Natale montano alberi colorati con luci psichedeliche e ci appendono sopra qualunque cosa, lavoretti di Natale compresi.

Certe volte si ricordano come un flash dell’albero minimal, argento e vetro che facevano prima. Sembra un’altra vita, quella.

Le mamme a Natale incastrano recite, saggi di fine anno e cene aziendali. 

Fanno il sudoku degli impegni, diventando tre in una con il dono dell’ubiquità.

Le mamme a Natale tutti gli anni si commuovono alla recita di Natale.

Piangono senza alcun ritegno.

Le mamme a Natale vorrebbero partire, possibilmente per una meta calda e irraggiungibile. 

Lo dicono ogni anno ma poi non lo fanno mai. Perché le mamme a Natale sanno che il Natale è della famiglia, dei bambini e dei nonni.

Le mamme a Natale fanno il possibile perché questi ricordi si stabiliscano in maniera indelebile nella memoria dei piccoli e siano il regalo più bello per i nonni che  invecchiano.

Sanno che arriverà il tempo in cui tutto questo non sarà più necessario. E sanno che mancherà. 

Talvolta le mamme a Natale devono anche organizzare feste per figli nati a Dicembre a 5 giorni dal Natale.

Una specie di incubo.

Però poi decidono di godersela, la torta, le candeline, la felicità di ogni compleanno di quando sei bambino. 

Le mamme a Natale fanno il conto alla rovescia per sopravvivere.

Ma poi subito dopo si pentono, perché si ricordano di quando il conto alla rovescia lo facevano per l’arrivo del Natale.

Quando da bambine il 25 dicembre si svegliavano all’alba e correvano a vedere se erano arrivati i regali.

E poi nel lettone di mamma e papà per scartarli, ognuno la sua pila.

Si ricordano di quando la sera del 25 dicembre piangevano perché era finito un altro Natale e si sentivano sgomente.

Le mamme a Natale certe volte nascondono le lacrime pensando a chi non c’è più. 

Ma ce la fanno, per i bambini, le mamme ce la fanno sempre per i loro bambini. 

Le mamme a Natale si siedono ad un tavolo dal quale forse vorrebbero scappare.

Mandano giù ingiustizie, dissidi e ferite antiche. Sanno che bisogna restare e per questa sera dimenticare.

Le mamme a Natale sono piene di doveri, gli stessi di sempre, ma un po’ di più. 

Potrebbe interessarti anche...