24 - 2 dicembre 2016

LEONARDO SCULTORE. HORSE AND RIDER

Fino al 23 dicembre 2016

(Martedi – Domenica h. 10-19)

Institut Francais – Palazzo delle Stelline
Corso Magenta 63, Milano

www.davincihorseandrider.com

img_1864Sono due le opere di Leonardo da Vinci scultore qui in mostra, esposte per la prima volta in Italia. Portano entrambe una sua firma particolare: una L maiuscola e una V rovesciata, che è stata ritrovata anche su un foglio del Codice Ashburnam.
Parto dalla seconda opera però, quella che non dà il titolo alla mostra per intenderci. Perché io di quest’opera mi sono innamorata e poi perché ha una storia curiosissima.
Intanto, diciamo che vi sto parlando della Testicciola di terra, una testa appunto in terracotta che raffigura il Salaì, ovvero Gian Giacomo Caprotti, allievo prediletto e pestifero di Leonardo.
Se andrete a vedere questa mostra poi ditemi se non siete stati anche voi catturati da questa testa, dal suo sguardo verso il basso, dalla sua compostezza, dai suoi boccoli perfetti. Ne è stato catturato quattro anni fa anche un ingegnere di Biella quando al mercatino parigino di St. Ouen, all’alba, si è imbattuto in lei e l’ha comprata per 10.000 euro senza sapere chi fosse l’autore. Ora la tiene in casa sopra il pianoforte di un grande pianista.
Horse and rider, la prima opera qui esposta, è un bronzo realizzato dal modello in cera che Leonardo costruì tra il 1508 e il 1511. Rappresenta il Governatore francese Charles D’Amboise, suo grande amico. È importante perché è l’unico modello di monumento equestre di Leonardo giunto fino a noi. Gli è stato attribuito nel 1985 dal più grande esperto leonardiano, il prof. Carlo Pedretti.

Mi emoziona pensare che queste opere di Leonardo siano tornate tornate a casa. Il Palazzo delle Stelline si trova di fronte al suo Cenacolo e accanto alla sua vigna nella Casa degli Atellani. 

˜

Potrebbe interessarti anche...

One comment

Lascia un commento