22 - 22 novembre 2017

LA CAFFETTERIA DI VILLA NECCHI CAMPIGLIO 

Via Mozart 14, Milano

www.fondoambiente.it

tavolino alla caffetteria villa necchi

Io la Caffetteria di Villa Necchi Campiglio, l’ho conosciuta tardi. Tardi davvero eh.

Da non crederci.

Anche la Villa Necchi Campiglio l’ho conosciuta tardi, ho scoperto questo posto meraviglioso gestito dal FAI troppo tardi.

E così ho pensato di rimediare, tornandoci più e più volte.

In occasione del Fuorisalone per esempio questo è uno dei miei appuntamenti fissi, perché si entra gratuitamente e se è possibile le installazioni  di design rendono questo posto ancora più magico.

Adoro tra l’altro sedermi nel giardino, ci sono delle seggioline sparse oppure nel salottino vicino alla piscina.

La Caffetteria di Villa Necchi Campiglio è diventata presto una delle mie preferite, tra le caffetterie a Milano.

Ma non solo, è uno dei miei luoghi di pace preferiti, quelli dove mi rifugio per cercare silenzio, spegnere i rumori e anche il cervello.

È tutto vetri e sedie verdi questo luogo incantato nel giardino di Villa Necchi Campiglio, la villa  progettata negli anni Trenta da Piero Portaluppi.

Così moderna, così avanti, così attuale che quando la visiti ti sembra fatta oggi.

In questa caffetteria si può anche pranzare.

Io ci sono stata con un’amica in pausa e siccome era primavera abbiamo mangiato in giardino.

Più spesso bevo solo un caffè giusto per potermi godere questa caffetteria meravigliosa per qualche minuto.

Una volta era la serra della Villa, questa caffetteria, e oggi ci mette al riparo dalla confusione del pieno centro di Milano e ci regala la pace per un po’.

Ci sembra di essere in campagna, lontano dal caos, si sentono anche gli uccellini.

In primavera vi ricorderò di andarci!

Accanto a quello che una volta era il tennis di casa, dietro alla piscina meravigliosa, la prima piscina privata mai costruita a Milano, sederci qui ci fa sentire in un film o nella storia che poi è la stessa cosa. 

  • Mercoledì – Domenica: 10:00 – 18:00

Condividilo sui social!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento