3 - 15 ottobre 2018

GOTHA PARMA 2018:
VI RACCONTO UN SEGRETO

Gotha Parma 2018

Chiedimi se sono felice. Ti rispondo: sì, lo sono e tanto.

E sai perché?

Perché sono stata scelta come ambasciatrice della 14esima edizione di Gotha Parma 2018.

E adesso voglio raccontarti un segreto. Anzi, te lo racconto dopo.

Così magari capirai perché sono così felice di partecipare a Gotha 2018.

Prima voglio spiegarti che cos’è Gotha Parma.

Si tratta della prestigiosa Mostra Internazionale di Alto Antiquariato, Arti e Novecento, che si terrà dall’8 all’11 novembre 2018 alle Fiere di Parma. 

Quest’anno è giunta alla sua 14esima edizione!

Gotha è il collezionismo nella sua accezione più elevata, punto di riferimento da sempre per chi semplicemente ama gli oggetti d’arte.

Voglio spiegarti perché il 2018 è un anno così importante per Gotha Parma.

La risposta è semplice. L’edizione 2018 è stata completamente rinnovata:

  • il layoutin cui esporranno 60 gallerie nazionali e internazionali, è completamente nuovo e si estende in 1500 metri di spazio espositivo.

spazio espositivo di Gotha Parma 2018

  • per la prima volta Gotha apre l’esposizione anche alle gallerie di arte contemporanea: fotografia, scultura, videoarte e installazioni.

Quelle che vedrete a Gotha Parma 2018 saranno opere che attraversano tre secoli di storia e che sono state certificate da una giuria di 11 esperti di altissimo livello.

Il valore di ciascuna opera va dai 10.000 ai 300 mila euro!

E non finisce qui.

Quest’anno per la prima volta a Gotha Parma ci saranno due mostre collaterali.

  1. La prima mostra è sull’arte settecentesca parmense e ci parla di tre tesori, anche affettivi, donati all’Accademia di Parma tra il ‘700 e il ‘900.
  2. La seconda mostra ci svela per la prima volta i due leoni originali dello scultore Arturo Martini, riscoperti nel giardino di una villa vicino a Lecco.

Altre novità di Gotha 2018:

  • art work, conferenze e approfondimenti a cui tutti potranno partecipare.
  • il nuovo canale Instagram di Gotha Parma, andate a sbirciarlo!
  • il network artistico di Gotha Parma 2018.

Vi spiego meglio: le principali istituzioni museali di Parma e provincia, ma anche, tra gli altri, la Fondazione Arturo Toscanini, il Castello di Tabiano, il Museo della Seta di Como, il Palazzo Diamanti di Ferrara, il Palazzo Reale di Genova, hanno aderito al Gotha-Net.

Ci sarà in Fiera uno spazio informativo, una sorta di Tourist Art Point, in cui reperire informazioni sugli altri luoghi d’arte e cultura che fanno parte del circuito.

Voglio pensare a Gotha come a una mostra temporanea, in cui anche solo ammirare quello che è esposto.

E adesso vi racconto il mio segreto. Chi mi segue lo sa: io e l’arte ci amiamo.

Ho sviluppato una specie di fissazione per ogni mostra in circolazione.

Me le segno tutte sulle note del cellulare, mi metto gli alert quando scadono, faccio liste in continuazione.

Eppure, solo chi mi conosce davvero sa che il mio amore per l’arte è nato in tarda età, più o meno.

Eccolo il mio segreto: un percorso di studi accidentato in materia artistica mi ha portato a non studiarla.

Semplicemente.

Sono riuscita anche a laurearmi in Lettere Moderne senza sostenere l’esame di Storia dell’Arte. Incredibile vero?

Ho scovato un cavillo nel regolamento: due Letterature Latine facoltative al posto di un esame di Storia dell’arte.

E così mi sono brillantemente laureata.

Da allora non ho mai smesso di colmare le mie lacune. E sapete come? Con le mostre.

Le giudico solo con un criterio: la passione.

Credo che la passione per l’arte vada trasmessa come un’eredità ai bambini.

Che vadano portati alle mostre sin da piccoli, non importa cosa capiscono o cosa no.

Vedono, sentono, imparano. Per i libri e la teoria c’è tempo, intanto guardiamo e ammiriamo.

Vi aspetto a Gotha!

Gotha Parma 2018: informazioni utili

  • L’evento si terrà alle Fiere di Parma e sarà aperto al pubblico da Giovedì 8 a Domenica 11 Novembre 2018, dalle ore 10.00 alle 19.00
  • Il biglietto costa 15 € per gli adulti ed è gratuito per i minori di 14 anni

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento